Colui che pratica le arti, opera per il fruitore;

ma,   rivolgersi al prossimo è come rivolgersi alla umanità.


Il  "vero" pubblico è costituito da chi non si lascia convincere che "le Arti" siano"cose per pochi. 

Da chi non asseconda  certe "elites"  che paventano esclusività d'intelligere cose che -invece- sono spontaneamente visibili a tutti.


 nella "#professione Arte", l'Opera è sempre per il pubblico fruitore.
c'è chi sa che "le Arti" non si cercano in nicchie culturali ma si trovano nelle cose quotidiane.  

(...e indico la nota favola del "re nudo" come calzantissima antifona...)